Scheda produttore: Arcipelago Muratori - Villa Crespia Torna indietro

(a cura di Mauro Giacomo Bertolli)

Nel 1999 quattro fratelli, industriali tessili, Bruno, Diego, Giuliano e Giorgio Muratori, decidono di cimentarsi in una nuova attività nel mondo del vino, spinti dalla loro comune passione per tale ambiente.
Nasce così il Progetto Arcipelago: un viaggio ideale attraverso quattro aree vitivinicole diverse, quattro “isole” in ognuna delle quali si produce il vino più connaturato al territorio: Franciacorta metodo classico in Franciacorta, Rosso da Sangiovese e di taglio bordolese a Suvereto, nella Maremma Toscana, vini da uve a bacca “gialla” nel Sannio Beneventano, in Campania, e vino da conversazione a Ischia.
I vigneti sono stati impiantati secondo un principio base, che in sintesi recita: ogni territorio per una sola tipologia di vino.
Il presidente è Bruno Muratori, ed al timone del progetto i 4 fratelli hanno scelto un uomo che ha fatto della passione per il vino tutta la sua vita: Francesco Iacono.

IL PROGETTO SIMBIOTICO
Consapevoli che la naturalità dell'uva dipende dalla tutela dei terreni, le Tenute dell'Arcipelago Muratori hanno adottato un sistema di fertilizzazione che ristabilisce l'equilibrio microbiologico del terreno, grazie a famiglie fungiformi dette micorrize. La micorizzazione è andata oltre la fase sperimentale ed ha raggiunto significativi risultati tanto da consentire la nascita di un nuova linea di vini, i SIMBIOTICI: un Franciacorta Brut della Tenuta Villa Crespia, un Sangiovese Toscana IGT della Tenuta Rubbia al Colle in Val di Cornia Suvereto ed un Campania IGT della Tenuta Oppida Aminea nel Sannio beneventano, tre vini simbiotici senza solfiti aggiunti.

VILLA CRESPIA
Villa Crespia è la Cantina di Franciacorta destinata alla produzione degli spumanti metodo classico che si fregiano della Denominazione d’Origine Controllata e Garantita (DOCG).
E’ un omaggio alle “Crespie”, il nome con cui nel Medioevo si indicavano i vini spumeggianti. Villa Crespia, situata ad Adro, luogo d’origine della famiglia Muratori, è anche il centro direzionale di tutta l’Azienda.
Oggi la Tenuta Villa Crespia è dotata di una cantina inaugurata nel 2005. E’ conosciuta come la Cantina Più Dodici Meno Dodici, perché da livello zero si alza di dodici metri con gli spazi per l’accoglienza e gli uffici. Scende a meno dodici con gli spazi per la vinificazione e lo stoccaggio dei vini. Si estende su oltre 20 mila metri quadrati calpestabili.
L'azienda possiede circa 60 ettari vitati distribuiti su tutto il territorio della Franciacorta, per una produzione annua di circa 350.000 bottiglie.
Francesco Iacono ha partecipato al progetto di zonazione del Consorzio di Franciacorta, dal quale è emerso che il territorio franciacortino, dal punto di vista dei terreni, si può distinguere in 6 ambienti diversi.
Da qui la scelta di Villa Crespia di produrre 6 tipi di vini, in grado di rappresentare i 6 diversi tipi di paesaggio.
A questi si aggiungono 2 Riserve ed il vino simbiotico: in totale 9 etichette di Franciacorta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA